I TEMPI INCERTI DEL CAMMINO DEI CRISTIANI

I segni che costituiscono la Comunità: Battesimo, Eucaristia e Riconciliazione

Una comunità parrocchiale si interroga, propone, agisce


Nel link "don Marcello" puoi leggere le relazioni

don Marcello Farina





INSIEME 
LORETO, ASSISI, PERUGIA, 
SPELLO, GUBBIO
da lunedì 23 a mercoledì 25 settembre 2019


Lunedì  23  settembre:  TRENTO  - LORETO -  ASSISI
Ore 07.00:  partenza in autopullman G.T.  via autostrada per Assisi. Sosta a Loreto.  Pranzo in ristorante a Loreto. Preghiera personale nella “Santa Casa”.  Partenza e arrivo in hotel ad Assisi e  cheek in. 
Cena e visita notturna libera di Assisi . Pernottamento.

Martedì 24 settembre: ASSISI – PERUGIA - SPELLO
Pensione completa. In mattinata visita guidata alla Basilica di Santa Chiara , Basilica di San Francesco , la casa paterna di san Francesco e la Basilica di Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio visita guidata a Perugia ( e tempo libero ) e Spello ( e tempo libero ).   Rientro in serata in Hotel, cena e pernottamento .

Mercoledì 25 settembre: ASSISI – GUBBIO – TRENTO
Prima colazione in Hotel ; Santa Messa ad Assisi e poi partenza per GUBBIO. Tempo libero e pranzo libero.
Nel pomeriggio proseguimento per Trento ed arrivo in tarda serata.


La quota di Euro 330,00 comprende :
 viaggio in autopullman gran Turismo compresi i pedaggi autostradali e parcheggi
 sistemazione in Hotel 3 Stelle, camere a due letti con bagno e servizi privati
 pranzo, cena e pernottamento del primo giorno 23 settembre
 pensione completa il secondo giorno 24 settembre
 prima colazione il terzo giorno 25 settembre
 tasse di soggiorno
 auricolari per le visite guidate
 visite  come da programma
 assicurazione sanitaria e bagaglio.
 mance

La quota  non comprende :
 Pranzo del 3° giorno 25 settembre a Gubbio
 Bevande ed extra personali in genere
 Supplemento singola ( totale 2 notti : Euro 40,00 )


ISCRIZIONI GIÀ APERTE

Versare la quota in ufficio parrocchiale nei giorni ed orari indicati compilando il modulo che sarà consegnato.


Orari ufficio parrocchiale
Lunedì-mercoledì-giovedì dalle 09.00 alle 12.00
Venerdì dalle 15.00 alle 18.00


ORGANIZZAZIONE TECNICA IOT






2020

 

…IN VIAGGIO

 

LIBANO:

metà maggio 2020

 

LAOS E VIETNAM DEL NORD :

febbraio 2020

 

TERRASANTA:

settembre 2020

 

NEW YORK:

fine giugno/primi di luglio 2020

 


 

candela con riflesso

In tutte le pagine che narrano del Risorto, mi colpisce osservare quanta fatica sia costato il cammino della fede proprio in quei giorni.

La fede dei discepoli come una barca, fragile e debole e non come una portaerei in mare o un cingolato.

E lo sguardo di Gesù mai cattivo, indignato o inceneritore.


“Stette in mezzo”: dunque non prese le distanze da quei discepoli barricati nel cenacolo dalla paura.

Non li spinse a credere con metodi bruschi o violenti, inveendo contro le loro paure, contro le loro fughe nei giorni della sua passione e della sua morte.

Non alzò la voce contro la loro vigliaccheria.


Che cosa mostrò?

“Mostrò loro le mani e il fianco”.

Scoprissero fino a che punto arriva l’amore.

E dove inizia un cammino di fede , allora?

Dal segno dei chiodi.


Se vogliamo camminare nella  fede non partire mai dai miracoli. NO !

Si parte dal segno dei chiodi di Gesù, dal racconto del suo amore.

E’ per questo che Gesù è credibile, è affidabile.

Ma pensate che siamo credibili per altro?

Per le nostre condanne o le nostre scenografie?

Potessimo anche noi mostrare i segni dei chiodi, segni evidenti che abbiamo amato e amiamo!


Forse per questo Tommaso stentava a credere.

Che cosa aveva visto sul volto dei suoi amici barricati?

Non aveva visto il gesto del loro Maestro che la vita l’aveva rischiata. A caro prezzo. A prezzo di croce.

Devo credere a voi barricati?


Ecco allora il cammino della fede: credere che Gesù è risorto significa pensare che Gesù è vivente ancora oggi e ancora oggi opera in mezzo a noi.


Opera con i segni dei chiodi, i segni dell’amore.

Non più una chiesa trionfante, per essere credibile, ma una chiesa sempre inchiodata nell'amore.


Parrocchia San Carlo Borromeo in Trento